FacebookTwitterGoogle+Email

Bienvenidos en Perù!

Firenze – Lima: più di 13 ore d’aereo, bambini urlanti e noia alle stelle. Ma siamo arrivati: funamboli ai semafori, canzoni di lotta dei bambini del Manthoc e scintillanti multinazionali fuori dai finestrini. Lima ci accoglie con il suo calore, dato dai 28° e dai ragazzi del Manthoc che ci aspettano all’aeroporto.

Una dormita, il tentativo di riprendersi dal fuso orario, e ci avventuriamo alla scoperta di questo Nuovo Mondo. Mercati inca, cibi tipici, e le migliori guide che potessimo aspettarci: i ragazzi che vivono qui. Ci raccontano la loro vita, lontana anni luce dalla nostra eppure così vicina quando parliamo di cose quotidiane. Li ascoltiamo per ore, ma sappiamo che ci serviranno giorni per capire quello che cercano di trasmetterci.

Prima di cena un altro giro per la città, attraverso le migliaia di persone che popolano le strade e i parchi; uno sguardo all’Oceano Pacifico da un centro commerciale a picco sul mare e ci dirigiamo all’albergo: la sveglia, domattina, è alle 2.30. Partiamo per Ayacucho… hasta luego!